Tag: Travel

Escursione in giornata in Slovenia | Il parco delle grotte di Skocjan

Escursione in giornata in Slovenia | Il parco delle grotte di Skocjan

A un ora e un quarto da Udine (Friuli) in località Skocjan (Slovenia), si trovano le grotte più alte d’Europa ovvero le “Grotte di San Canziano” che fanno parte del patrimonio mondiale UNESCO dal 1986.     L’altro inverno insieme a mia sorella e un nostro caro […]

VACANZE IN SUDTIROL COL CANE | ECCO ALCUNI TREKKING DA FARE, COSE DA NON PERDERE E QUALI CITTA’ VISITARE

VACANZE IN SUDTIROL COL CANE | ECCO ALCUNI TREKKING DA FARE, COSE DA NON PERDERE E QUALI CITTA’ VISITARE

Alcuni consigli su cosa visitare con il vostro amico peloso, dove andare e consigli su camminate medio-facili da fare in Sudtirol.   INTRO. Questo è il secondo anno di fila che facciamo le vacanze di agosto in Trentino Alto Adige, per l’esattezza in Sudtirol. Mentre […]

I 7 sentieri di trekking più belli della Sardegna

I 7 sentieri di trekking più belli della Sardegna

Le camminate più belle della Sardegna che vi faranno scoprire la cima più alta dell’isola, la più grande foresta di querce d’Europa ma anche calette conosciute solo ai locali dove rilassarvi e fare il bagno dopo il trek. Cosa aspettate?

Aggiungete uno di questi itinerari al vostro prossimo viaggio.

 

#ad #sponsored

INTRO

Forse non lo sapete ma parte della mia famiglia è sarda. Vivono a Macomer, nel centro esatto della Sardegna. 

Questo significa che fin da bambina, io e i miei genitori facevamo spesso traversate epiche Friuli-Sardegna con amici al seguito e di solito anche col gommone con cui esploravamo calette nascoste.

 

Ammetto che queste avventure sono tuttora alcuni dei miei ricordi più dolci cosi’ come i viaggi che ricordo lunghissimi e lentissimi ma sempre con un imprevisto divertente, una canzone, un gioco improvvisato.

Non c’erano i cellulari, non si prenotava niente il più delle volte, si arrivava a Civitavecchia, ci si metteva in fila e si aspettava. Ricordo i “grandi” studiare cartine durante la navigazione e noi piccoli che scappavamo in sala giochi, quando c’era. Il traghetto era un’avventura nell’avventura. 

 

Ho amato la mia infanzia.

Partivamo sempre con un altra famiglia che aveva un bimbo della mia età, Alex, poi c’ero io e mia sorella Erica. Ovviamente delle pesti.

La nave era il nostro playground per tutta la notte. Mi ricordo che potevamo andare OVUNQUE senza essere seguiti dai genitori, che ammetto, ci hanno lasciato crescere molto libere.

Gironzolavamo da un ponte all’altro per quella che a noi sembrava tutta la notte, ricordo che una volta abbiamo conociuto una signora che viaggiava con 2 furetti!

 

Ad una certa ora ci addormentavamo esausti sulle nostre poltrone e ci svegliavamo nel bel mezzo del trambusto che solo una nave che sta attraccando può fare.

Che ricordi..

 

Centinaia di persone che recuperavano le proprie cose e si fiondavano in auto, l’odore della salsedine dappertutto. Il rumore della nave che attraccava mi faceva sempre paura. Ma poi finalmente si scendeva e si partiva, ed eccolo lì, azzurro che più azzurro non si può, il mare della Sardegna. Un sogno ad occhi aperti.

E la vacanza incominciava.

 

INFO TRAGHETTI

Quando programmo una vacanza mi piace capire da subito i costi che devo affrontare. 

Per andare in Sardegna per me è naturale usare il  Traghetto in modo da poter avere l’auto per spostarsi liberamente. 

Online è facile trovare siti o portali dove con pochi click si può scegliere il porto di partenza, le date e confrontare i prezzi delle varie compagnie di navigazione e comprare il biglietto in un attimo.

Partendo dal Friuli Venezia Giulia o dal nord-est il porto più comodo per arrivare in Sardegna è quello di Civitavecchia nel Lazio.

 Se stai pensando  anche tu che un viaggio in Sardegna sarebbe l’ideale dai subito un occhiata all‘elenco dei traghetti in partenza dal porto di Civitavecchia per la Sardegna cliccando QUI .  

Quanto amo prenotare le vacanze  😀

 

 

Insomma l’altro giorno pensavo che Simone non ha mai visitato la Sardegna e che sarebbe troppo bello andare a trovare i miei parenti con lui e Giorgino e magari fare qualche trekking.

Dopo un accurata ricerca ho trovato dei posti a dir poco FA-VO-LO-SI in cui vorrei andare a camminare subito!

 

La mia voglia di avventura non affievolisce neanche con i 40 gradi di questi giorni quindi ecco a voi

 

I MIGLIORI 7 TREKKING DA FARE IN SARDEGNA

 

1 –  Punta la Marmora | La vetta più alta della Sardegna

Punta la Marmora si trova nel massiccio del Gennargentu ed è la cima più alta della Sardegna con i suoi 1834 metri. Da lassù la vista può spaziare fino alle alture della Corsica e ovviamente attraverso tutti i mari che circondano la Sardegna. La salita è facilitata dai segnavia CAI che in Sardegna non sono così comuni. Il trekking parte dal rifugio (chiuso) s’Arena a Desulo (NU) e prosegue facendo un anello che raggiunge prima la seconda cima più alta dell’isola, il Bruncu Spina di 1829 metri e poi prosegue fino ad arrivare a punta la Marmora. Una cima che dovete assolutamente conquistare se siete dei camminatori esperti.

 

2 –  “Is Cannoneris” | La foresta di quercia più grande d’Europa

L’oasi faunistica “Is Cannoneris” è il paradiso degli escursionisti e si estende per 4800 ettari nel territorio di Domus de Maria, Pula, Teulada e Villa san Pietro. Qui potrete camminare lungo decine di sentieri  e attraversare boschi di lecci, macchia mediterranea e conifere e sicuramente avvisterete qualche  esemplare di​ cervo sardo ​e daino. Un luogo ricco di magia e storie mistiche che arrivano dal passato. Pensate che si dice che questo bosco era casa per streghe e briganti dove nascondevano i loro tesori. Un luogo affascinante assolutamente da non perdere se amate la natura. 

 

3 – Monte Tiscali | Alla scoperta di un sito nuragico

Tiscali è una delle mete più note per fare trekking in Sardegna. Attraverso una camminata in un ambiente abbastanza selvaggio di quasi 2 ore, raggiungerete un insediamento prenuragico ancora in ottime condizioni. Decine di capanne in sasso costruite in una dolina, ovvero una profonda cavità creatasi dopo uno sprofondamento. Per arrivare a visitare questo spettacolo dovete partire da Dorgali nel Nuorese e seguire i cartelli, il sentiero è affascinante e vi porterà alla scoperta di una valle nascosta nell’entroterra sardo. Imperdibile.

 

4 – Sentiero della costa di Alghero

Partendo dalla spiaggia di Porto Ferro è possibile fare un incantevole sentiero panoramico che vi condurrà attraverso bellissime spiagge, ma anche su alture che vi faranno emozionare. La camminata non è per niente difficile solo attenzione a non andare durante le ore più calde della giornata. Il trekking si conclude alle “Prigionette”, una foresta costiera subito dopo Cala Viola. Se siete in vacanza in zona Alghero non perdete questa camminata per scoprire calette da sogno.

 

5 – Cala Gonone

Il golfo di Orosei è la zona più selvaggia ed incontaminata della Sardegna. Qui potrete trovare vari trek da fare veramente “tra cielo e mare”. Con piu di 40 kilometri di scogliere, grotte e falesie da esplorare è anche questo il luogo perfetto per gli amanti dell’outdoor. Partendo da Cala Fuili potrete visitare la Grotta del Bue Marino e la Grotta Oddoana. La camminata è di 12 kilometri ma non troppo faticosa. Arrivati a  Cala Luna non dimenticate di fare un bel bagno nelle sue acque meravigliose e prima di proseguire per il punto panoramico non dimenticate di visitare anche la bellissima Grotta di Cala Luna. Luogo indimenticabile.

 

6 – Chia | Cala Cipolla

Non avete mai sentito parlare di Cala Cipolla? Bhe il sito della regione la descrive cosi “Un’incantevole lingua di sabbia fine e dorata, racchiusa fra due promontori di granito rosa che si allungano verso il mare a formare una piscina naturale”. Ti viene voglia di andarci solo per la descrizione in sè. In  zona Chia oltre ad avere spiagge bellissime si possono fare proprio trekking scoprendo molte calette nascoste. Partendo da Cala Cipolla proseguite per Capo Spartivento dove potrete godere la vista sull’isola Tuerredda e Capo Malfatano. Proseguite la camminata e potrete rinfrescarvi in una caletta che forma una piscina naturale, impossibile non volersi immergere. Continuate lungo la costa fino ad arrivare al caratteristico porto Sa Calarza. Stupendo. 

 

7 – Punta Sardegna | Palau

Un’itinerario semplice e molto bello in zona Palau. Partite da Punta Sardegna fino al punto panoramico, da qui potrete vedere tutto l’arcipelago di La Maddalena a perdita d’occhio. Mozzafiato.  Attraversate Porto Rafael e Cala di Trana, dove ovviamente potete fermarvi per un bagno e raggiungete la vostra meta ovvero la fortezza militare recentemente ristrutturata dal FAI la “Batteria Talmone”. Rientrando non dimenticate di fermarvi a visitare il porticciolo di Porto Rafael che è delizioso.

 

Se avete domande o volete maggiori informazioni sulla Sardegna, li trovate qui!

 

SE HAI DOMANDE E CURIOSITÀ SCRIVIMI UNA MAIL A ALESSIAMORELLO85@GMAIL.COM 

OPPURE SEGUIMI SU FACEBOOK E INSTAGRAM @THE ITALIAN SMOOTHIE

 

ITINERARIO DEL MESSICO DI 15 GIORNI: CONSIGLI E INFO UTILI

ITINERARIO DEL MESSICO DI 15 GIORNI: CONSIGLI E INFO UTILI

Indecisi su cosa visitare in Messico, in quali città alloggiare e quale hotel scegliere? Non sapete se prendere la guida nei siti archeologici o come muoversi da una città all’altra? Tutte le risposte in questa guida.     ITINERARIO DI 15 GIORNI IN MESSICO SPOSTANDOSI […]

ESPLORANDO LA  “VILLACHER ALPENSTRASSE” | TREKKING E VISTE MOZZAFIATO SULLA STRADA ALPINA DI VILLACH

ESPLORANDO LA “VILLACHER ALPENSTRASSE” | TREKKING E VISTE MOZZAFIATO SULLA STRADA ALPINA DI VILLACH

Alla scoperta della strada più alta di Villach dove potrai godere della vista sulle Alpi Giulie Italiane e Slovene e delle Caravanche austriache salendo comodamente con tutta la famiglia in auto lungo  i 16 km di questa strada alpina.   ^^^ Area di sosta sulla triplice […]

UN WEEKEND AL LAGO DI MILLSTATT | AUSTRIA

UN WEEKEND AL LAGO DI MILLSTATT | AUSTRIA

Prendere il sole sul lettino, fare trekking in montagna, pranzo nei rifugi, kayak, giri in barca, piste ciclabili che solcano il lago, tanti bagni e non solo.

Ecco cosa fare durante una vacanza sul lago di Millstatt am See. 

 

WHERE

 

Simone aveva sentito parlare del lago di Millstatt ad appena 40 minuti da Villach già da qualche tempo. A fine Maggio ci si è presentata l’occasione di fare 2 giorni fuori porta e ne abbiamo approfittato per visitare questa zona dell’Austria e di fare qualche bella camminata in montagna.

Abbiamo prenotato all’hotel 4 stelle Am See – Die Forelle  che si trova proprio al centro del lago nella città di Millstatt. L’Hotel è un mix. Le sale interne sono in stile classico mentre la terrazza vista lago e il dehor sono moderne ed accoglienti. Molte delle stanze, la piscina, il giardino e la sala colazioni sono affacciate sulle acque calme del Millstatter see.

 

VACANZE COL CANE

Noi abbiamo optato per la stanza al piano più basso col terrazzo più grande vista lago, in questo modo il nostro cane Giorgino aveva più spazio per gironzolare soprattutto mentre eravamo a fare colazione ( perchè aimhè i cani non sono ammessi nella sala colazioni –  Tristezza).

A parte questo gli unici problemi (ma classici in tutta l’Austria) è che il ristorante chiudeva alle 20.00 – no way :O –  e che al bar non c’era mai nessuno e per bere una birra dovevi cercare il personale mezz’ora. Ma per il resto tutto super. Colazione incredibile di dolce e salato che puoi mangiare anche all’aperto, SPA carina e anche la piscina niente male. Inoltre si trova proprio in centro e per uscire a cena basta fare quattro passi.

 

^^^ Giorgino che apprezza il clima serale austriaco ^^^

^^^ Ecco l’hotel sulla sinistra ^^^

 

FOOD

Il Lago di Millstatt è considerato il gioiello della Carinzia ed è il secondo lago per grandezza dopo il Worthersee. E’ circondato da decine di cime che superano i 2000 metri e oltre alle decine di vie da fare a piedi e in bicicletta potrete inoltre noleggiare barche a motore o a remi per navigarlo in solitaria, comprare un biglietto per il traghetto e girarlo per due ore in relax oppure decidere di fare gli sportivi e noleggiare una canoa, kayak, windsurf e divertirvi finché volete.

Noi siamo arrivati durante un bel temporale, ma la cosa bella di avere un cane è che sei obbligato a uscire anche se non vuoi. Questo ci ha permesso di scoprire un bel ristorantino proprio in centro.

 

E’ il “Lindenhof Millstatt an see” una classica Wirtshaus e Biergarten o come la chiameremo noi “osteria e birreria  all’aperto” dove poter bere un ottima birra in coccio ghiacciato e mangiare piatti della tradizione austriaca come la Wiener Schnitzel, gli spatzle o i knodel. Un posto delizioso dallo stile classico ma rivisitato in chiave moderna che mi sento di consigliare vivamente.

Per il fatto che chiude tutto molto presto un giorno siamo arrivati “lunghi” e a Millstatt non siamo riusciti a cenare, quindi ci siamo spostati a Spittal dove la “Cantina Mexicana” vi preparerà dei buonissimi piatti Mex fino a tarda ora e con ottimi drink annessi!

TREKKING

Sul sito del turismo di Millstatt ci sono varie camminate e idee per il vostro soggiorno.

Noi abbiamo deciso di fare la camminata dell’amore, non perchè siamo così romantici ma semplicemente perchè era sul sito e non avendo la cartina non ci siamo impegnati troppo a trovare un altro trekking da fare. Il punto è che non ci siamo mai arrivati.

La camminata dell’amore  QUI IL LINK   parte dal rifugio AlexandeHutte a 1786 metri dal quale potete godere di una vista mozzafiato del lago. Potete arrivare lassù facendovi portare dai taxi o probabilmente in stagione ( quando siamo andati noi era ancora tutto chiuso) anche con i vostri mezzi.

 

Ad ogni modo noi siamo partiti da sotto, molto sotto, e per raggiungere il rifugio ci abbiamo messo almeno 2 ore e mezza. Visto che eravamo partiti a pranzo, dato il tempo incerto della mattina, era troppo tardi per far anche il sentiero dell’amore e siam solo saliti fino al rifugio, mangiato le nostre provviste e scesi.

La camminata è stata bellissima comunque, abbiamo attraversato boschi, prati e colline verdissime. Ci siamo divertiti a spiare le casette sugli alberi dei cacciatori e a salutare le mucche lungo la strada. Una giornata stupenda che si è conclusa con un ottima birra austriaca subito dopo il nostro rientro.

SPA & RELAX

Sul lago ci sono anche le terme con un’incredibile piscina esterna dove è possibile godersi il tramonto immersi nel silenzio della sera. Se preferite l’aperitivo ci sono moltissimi locali, ristoranti e rifugi da cui poter godere dello spettacolo del sole che scende sull’acqua. Molti hotel sono dotati di piscine, saune e bagni turchi perfetti per riprendersi dopo una camminata.

 

END

Definirei il lago di Millstatt perfetto per chi ama le vacanze attive, la natura ma anche le grandi mangiate e il relax. Un weekend qui vola e vi assicuro che se non ci siete mai stati è un luogo incantevole dove passare due giorni in famiglia o in coppia.

 

 

GUARDA IL VIDEO DEL MIO WEEKEND SUL MILLSTATTER SEE:

 

HAI DOMANDE O CURIOSITÀ?

Lascia un commento qui sotto o scrivimi su facebook o instagram

@theitaliansmoothie

TOP 6 DEI PIÙ BEI SENTIERI SUL MARE IN ITALIA

TOP 6 DEI PIÙ BEI SENTIERI SUL MARE IN ITALIA

POST ORIGINALE SCRITTO PER “CAMPING FOR WOMAN” – IL POST ORIGINALE LO PUOI LEGGERE QUI    Sei alla ricerca di un sentiero spettacolare a picco sul mare e magari poter unire qualche giorno di relax? Ecco 6 mete dove poter andare e poter organizzare vacanza […]

24 ore alla scoperta di Birmingham

24 ore alla scoperta di Birmingham

Cosa fare e vedere a Birmingham in un giorno 24 ore alla scoperta di Birmingham Cosa vedere a Birmingham. L’anno scorso a inizio estate ero in Inghilterra per lavoro.  Tra un evento e l’altro io e le mie colleghe abbiamo avuto 24 ore di totale libertà. […]

NIGHT OUT IN TRENTINO ALTO ADIGE

NIGHT OUT IN TRENTINO ALTO ADIGE

(altro…)

TRAVEL THE WORLD GOPRO VIDEO

TRAVEL THE WORLD GOPRO VIDEO

Un mese fa ho comprato una memoria esterna e spostando i vari file ho riscoperto tantissimi vecchi video fatti sia con il telefono che con la GoPro. Quale occasione migliore per fare un po’ d’esercizio nella creazione video? Ecco qui alcuni frame dai miei viaggi […]