Tag: Hot spot in Friuli Venezia Giulia

IL SENTIERO DEL PELLEGRINO SUL MONTE SANTO DI LUSSARI AL TRAMONTO | Trek in FVG

IL SENTIERO DEL PELLEGRINO SUL MONTE SANTO DI LUSSARI AL TRAMONTO | Trek in FVG

Camminata lungo il sentiero del Pellegrino in Friuli Venezia Giulia partendo dal Borgo Lussari, Camporosso (Tarvisio) verso il Monte Santo di Lussari (CAI 613) e mangiata al rifugio Meschnik sulla terrazza panoramica a quota 1790 metri con vista sulle bellissime Alpi Giulie.     Come […]

ESPLORANDO LA  “VILLACHER ALPENSTRASSE” | TREKKING E VISTE MOZZAFIATO SULLA STRADA ALPINA DI VILLACH

ESPLORANDO LA “VILLACHER ALPENSTRASSE” | TREKKING E VISTE MOZZAFIATO SULLA STRADA ALPINA DI VILLACH

Alla scoperta della strada più alta di Villach dove potrai godere della vista sulle Alpi Giulie Italiane e Slovene e delle Caravanche austriache salendo comodamente con tutta la famiglia in auto lungo  i 16 km di questa strada alpina.   ^^^ Area di sosta sulla triplice […]

TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!

TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!

Una bellissima camminata con panorami mozzafiato partendo dalla casera Cason di Lanza ( Pontebba / Friuli Venezia Giulia )  percorrendo il sentiero del formaggio e la creta di Aip fino al Bivacco Lomasti.

 

Un trekking abbastanza semplice che vi permetterà di raggiungere il confine e dare un occhiata anche al comprensorio sciistico di  Nassfeld in veste estiva  e fare il giro delle malghe.

 

 

LA NOSTRA CAMMINATA

 

E’ domenica mattina, la giornata è incantevole. Arriviamo alla casera Cason di Lanza dove lasciamo la macchina e prendiamo un caffè sedendo in una delle panche all’esterno. Simone mangia anche una fetta di torta, ovviamente fatta in casa e nel frattempo diamo un occhiata alle mucche che scorrazzano nel recinto e alle varie compagnie che si apprestano a partire.

Diamo un occhio veloce alla cartina. Ci sono moltissimi sentieri che si possono prendere da qui. Sia facili e adatti a famiglie – come il sentiero del formaggio  che raggiunge in un oretta  la Grotta di Attila attraverso semplici sentieri ricchi di punti panoramici e tabelle esplicative -.

O sentieri più difficili come la traversata carnica, la ferrata Crete Rosse o la Ferrata austriaca “Joseph Uiberlacher”.

 

Il “sentiero del Formaggio” è stupendo, ve lo assicuro, vi piacerà ;D  (vedi foto QUI sotto o DAI UN OCCHIATA AL VIDEO DI QUESTO TREK CLICCANDO QUI ). E’ un sentiero battuto e semplice immerso in prati verdeggianti con un dislivello minimo ma con numerosi punti panoramici per scoprire facilmente le cime che ci circondano e potersi immergere ancora di più nella natura.

 

^^^ Io e Giorgino nei grandi prati verdi sopra Cason di Lanza, un vero spettacolo raggiungibile anche con bambini ^^^

^^^ Verso la creta di Aip. Io e Giorgino sempre insieme 😀 ^^^

 

SI PARTE!

Appena partiti Giorgino fa grandi corse a desta e a manca lanciandosi nelle pozze d’acqua che solitamente usano le mucche per abbeverarsi durante il cammino verso le altre malghe o i prati in cui pascolano. Ricordo di aver sperato che  la camminata fosse tutta cosi’ e, per una volta, le mie preghiere sono state ascoltate, questo giro è veramente easy (se siete dei camminatori, ovvio) .

Superata la grotta di Attila, un piccolo antro di pietra con un fiumicello che scorre nel mezzo e davanti una grande radura piena di erba e fiori, continuiamo fino a raggiungere il CAI 403  e fare un pezzo di “Traversata Carnica” e non vi dico che spettacolo di panorama.

 

OVVIAMENTE SE SIETE CON BAMBINI SEGUITE L’ANELLO DELLE MALGHE O RITORNATE INDIETRO DOPO LA  GROTTA DI ATTILA. 

 

Saliamo, saliamo e saliamo ancora ma mai con grande difficoltà fino a raggiungere il confine e fare una camminata in cresta della creta di Aip. A destra la nostra bellissima Italia con le sue malghe in lontananza. A sinistra la versione estiva del comprensorio sciistico di Nassfeld e i suoi impianti fermi. Un panorama pazzesco.

 

Non ci fermiamo e proseguiamo fino al bivacco Lomasti. Dalla creta vedevamo questo puntino rosso perdersi in questa radura erbosa ed un sentiero che si snodava a lui. Indossiamo le nostre giacche Meru antivento e finalmente si mangia. La vista dal bivacco è incredibile, la valle sottostante brilla e sulla nostra sinistra guardiamo le molte persone che arrivano dalla ferrata che hanno appena concluso.

Concludiamo il giro seguendo il sentiero dell’amicizia ( bellissimo ma abbastanza lungo e acquitrinoso quando siamo andati noi )  e più a valle finiamo l’anello delle malghe che porta nuovamente alla casera Cason di Lanza dove ci premiamo con un piatto di gnocchi fatto in casa e una birra radler da mezzo.. CIN CIN!

 

Se volete capire a grandi linee il giro fatto CLICCATE QUI 

 

^^^ Ecco Simone e Giorgino sulla creta di Aip e sulla sinistra potete vedere le piste in versione estiva di Nassfeld. ^^^ (altro…)

LE PIÙ BELLE CASE SUGLI ALBERI DOVE DORMIRE IN ITALIA

LE PIÙ BELLE CASE SUGLI ALBERI DOVE DORMIRE IN ITALIA

Se stai cercando una location particolare per la tua prossima gita fuori porta forse un’esperienza a contatto con la natura a svariati metri da terra potrebbe essere la soluzione. Le casette sugli alberi ormai stanno diventando super glam e con ogni genere di comfort. Dimenta il […]

Un pomeriggio perfetto | Camminata sul sentiero Rilke, aperitivo al porto e cena di pesce a Sistiana

Un pomeriggio perfetto | Camminata sul sentiero Rilke, aperitivo al porto e cena di pesce a Sistiana

Ogni persona è diversa e ama cose diverse. Per me, in questo pomeriggio piovoso si sono unite molte delle cose che amo. Io, Simone e il nostro Giorgino, in giro a camminare, in un sentiero che non avevo mai fatto, aperitivo guardando il mare e […]

Gita al lago di Barcis + visita ai borghi di Poffabro, Frisanco e Andreis – Tutte le INFO

Gita al lago di Barcis + visita ai borghi di Poffabro, Frisanco e Andreis – Tutte le INFO

Una giornata di sole alla scoperta dell’incantevole lago di Barcis, una camminata lungo la vecchia strada del Cellina e anche una visita al borgo dei borghi: Poffabro.

 

 

E’ domenica mattina, siamo ancora a letto. Non sappiamo bene che ora è. Aprile dolce dormire, anche perchè ormai la neve si sta sciogliendo, ma non abbastanza rapidamente per iniziare con le grandi camminate, quindi eccoci qui. A decidere dove andare all’ultimo, partendo con lentezza e una tazza di caffè sotto al piumone.

 

Benvenuta domenica di sole e primavera. Le giornate sono più lunghe anche se il vento è frizzantino. Avevo sentito che durante questo weekend aprono la vecchia strada della Valcellina. La si può transitare a piedi o in bicicletta, basta avere un caschetto protettivo. Bene, si parte!

 

 

Arriviamo al Ponte Antoi e troviamo parcheggio. Una foto su questo ponte è d’obbligo. Da qui si possono gustare tutte le vette circostanti ancora sporche di neve. Sembra di essere in Colorado invece che in Friuli Venezia Giulia.

Con 3 euro prendiamo i biglietti per accedere alla vecchia strada della Val Cellina. Fu inaugurata nel 1906 e prima dall’ora i diecimila abitanti della zona erano totalmente isolati. Solo un piccolo sentiero impervio, il Val de Crous, collegava la Val Cellina alla pianura.

Quando partirono i lavori per costruire l’impianto idroelettrico che avrebbe dato energia sia al Veneto che al Friuli, si iniziò anche a creare la strada a colpi di dinamite. La vecchia strada della Val Cellina si può percorrere da Molassa al ponte Antoi (o viceversa) ma a causa di frane e sassi che spesso cadono dall’alto, è abbastanza pericolosa e quindi visitabile solo in giornate prestabilite (controllate quando QUI).

 

LA CAMMINATA

Una lenta camminata lungo la strada che si snoda di fianco alla gola che ospita il torrente Cellina. Questo di un blu eccezionale, scorre lento e grazie al suono delle acque e degli uccellini, ti porta direttamente in un altra epoca.  Si cammina sotto gallerie e massi sporgenti, si può addirittura fare una piccola ferrata che porta al ponte Tibetano di Barcis. Da qui potrete vedere le acque del fiume proprio sotto i vostri piedi. Incantevole.

Io di ferrate ne ho fatte, e molto più avventurose, mentre Simone non ama stare appeso da nessuna parte quindi, proseguiamo dritto e dopo il nostro giro torniamo verso il lago di Barcis.

 

IL GIRO DEL LAGO

Una comoda passerella permette di fare parte del giro del lago mentre dall’altro versante vari sentieri vi porteranno in su per godere della vista delle acque dall’alto o in giù, verso la riva,  e in questo modo costeggiare il lago in tutta la sua lunghezza.

Noi a metà eravamo già fermi in quel bellissimo chioschetto di legno vista lago a rimpinzarci di formaggi e ricotta affumicata di produzione loro. Unica sfortuna della giornata “serviamo solo acqua!”. Neanche un buon bicchiere di bianco per accompagnare quelle delizie e allora andiamo, proseguiamo, andiamo a cercare da bere! 

 

 

POFFABRO, FRISANCO E ANDREIS

 

Siamo partiti presto e di conseguenza abbiamo finito il giro presto. Oggi non abbiamo voglia di grandi avventure, ore di camminata, stivali infangati  o pranzo al sacco. Cosa si fa?

Era parecchio che sentivo parlare di Poffabro, il  borgo dei borghi ma anche degli incantevoli Andreis e Frisanco,  che da Barcis distano pochissimo,  un peccato non farci una scappata.

 

Poffabro è uno dei borghi più belli d’Italia e sorge a 525 metri d’altezza in un versante delle Prealpi Carniche. Grazie alle sue caratteristiche architettoniche uniche è un gioiello tutto da scoprire.  Le corti sono formate da case costruite su più piani tutte realizzate con pietra tagliata al vivo, ricche di scale, ballatoi e balconi in legno dal sapore antico che creano un gioco di movimento lasciando il turista in un magico incanto. Anche se gli edifici sono uno vicino all’altro, la ricchezza di pilastri, archi in sasso e passerelle in legno hanno un non so che di armonioso che si sposa perfettamente con il paesaggio circostante. 

 

Frisanco è altrettanto bello e caratteristico. Situato ai piedi dell’imponente monte Raut nella Val Colvera con le sue viuzze strette ci ha letteralmente rapito. La chiesa semplice e centrale lascia spazio a decine di vie in ciottolato e gli edifici dai tagli incantevoli si stagliano davanti a noi incorniciati dai monti. I famosi scalpellini con le loro tecniche hanno creato un capolavoro artigiano creando un vero e proprio museo a cielo aperto sopravvissuto anche al terremoto del 76.

Infine Andreis, anche qui tanta pietra tagliata e legno in un indissolubile abbraccio. Due materiali duri ma bellissimi proprio come i paesaggi da queste parti. Luoghi ricchi di storia che mi hanno fatto passare una domenica tra passeggiate e curiosità sulla nostra piccola regione.

E voi? Ci siete mai stati?

 

 

HEY!

SE HAI LETTO IL MIO ARTICOLO LASCIAMI UN COMMENTO QUI SOTTO

E FAMMI SAPERE NE PENSI! 

 

Baci, Alessia

 

CICLOVIA ALPE ADRIA – TUTTE LE INFO E DOVE FERMARSI

CICLOVIA ALPE ADRIA – TUTTE LE INFO E DOVE FERMARSI

Per gli appassionati di cicloturismo la Ciclovia Alpe Adria permette di partire da Salisburgo in Austria e raggiungere Grado, sul mare, sempre in sella alla propria bicicletta. Una pista ciclabile lunga 410 chilometri che supera valichi alpini, confini, borghi medievali e luoghi incantevoli tutti da […]

ORRIDO DELLO SLIZZA A TARVISIO – UNA CAMMINATA PER TUTTA LA FAMIGLIA

ORRIDO DELLO SLIZZA A TARVISIO – UNA CAMMINATA PER TUTTA LA FAMIGLIA

In località Boscoverde a Tarvisio, nel mio amato Friuli, è possibile fare un camminata lungo un torrente alpino da un colore così puro e azzurro da non poterci credere.   QUALCHE INFORMAZIONE Il torrente Slizza durante i suoi centinaia di anni di attività ha creato […]

Dormire in casette sugli alberi, glamour camping e Luxury chalet in Friuli? Ecco tutti gli indirizzi.

Dormire in casette sugli alberi, glamour camping e Luxury chalet in Friuli? Ecco tutti gli indirizzi.

Avere una casetta sull’albero è sempre stato il tuo sogno?

Vorresti passare una notte immerso nella natura tra paesaggi incantati e magari una jacuzzi da cui guardare le stelle?

Bhè anche in Friuli tutto questo è possibile! Scopri dove passare il tuo prossimo weekend con bambini al seguito e non.

 

ECCO TUTTI GLI INDIRIZZI  PER DORMIRE IN UNA CASETTA SULL’ALBERO, STARE COMODI IN MEZZO ALLA NATURA NEI FAMOSI GLAMPING (GLAMOUR CAMPING) E  ANCHE ALCUNI CHALET  PER FUGHE ROMANTICHE IN FRIULI (O QUASI).

 

CASETTE SUGLI ALBERI

  • Tree Village Claut – A Claut in provincia di Pordenone, piú esattamente all’interno del parco delle dolomiti Friulane si trova il Tree Village, un complesso di casette sospese sugli alberi per una vacanza totalmente immersa nella natura e nel relax. Aperto da aprile a ottobre questo campeggio unico in Italia permette ai suoi ospiti di fare camminate in mezzo alla natura, di poter visitare il famoso campanile di val montanaia, di fare colazioni sotto le fronde degli alberi e per i più piccini di seguire le orme dei dinosauri. Con sentieri tabellati e facili da seguire è perfetto per tutta la famiglia anche per chi non è un trekker professionista. Un esperienza unica nel suo genere a un passo da casa.

http://www.treevillage.it

  • Pigna di Malga Priu Ugovizza – A 1250 metri d’altezza la  famosa Pigna di Malga Priu è il primo progetto ecosostenibile delle nostre montagne Friulane. Alloggiando qui potrai vivere un’ esperienza unica nel suo genere, dormire in una casa sull’albero a 10 metri d’altezza e con 3 piani a vostro totale uso esclusivo. Al piano superiore troverete la camera matrimoniale con una finestra circolare che sovrasta il letto e farvi guardare le stelle prima di dormire, al piano centrale c’è il living con cucina e salotto con vista  sulle montagne, mentre al piano più basso c’è l’area relax con poltroncine sospese sulle quali dondolare, bere un bicchiere di vino e gustarsi il tramonto in compagnia del vostro amore.  Il prezzo non è adatto a tutti ma siamo sicuri che anche l’esperienza non è da tutti i giorni. Per info e prezzi contattate direttamente il gestore di Malga Priu.

https://www.facebook.com/malgapriu/

  • Dolomiti village Ravascletto – Forse non tutti lo sanno ma vicino a Ravascletto, quindi perfetto anche per chi va a sciare sul Monte Zoncolan, è sorto il Dolomiti village. Un parco di baite e case in perfetto stile alpino e dove al centro svetta una bellissima casa sull’albero. Costruita proprio intorno al tronco di un albero, che vi ritroverete poi, in mezzo al salotto, questa casa circolare è perfetta per ospitare anche 4 persone. Curata nei minimi particolari e aperta estate e inverno, questa casetta è il sogno di ogni bambino. Le tariffe sono ottime dai 170 ai 200 euro a notte per una casa completa anche di vasca idromassaggio e vista a 360 gradi. Se volete dare un occhiata tutte le INFO le trovate QUI.

https://www.dolomitivillage.it/it/

  • Wooden treehouse, Radovljica A soli 4 kilometri dal bellissimo lago di Bled, accanto al fiume Sava sorge la casa sull’albero di Tomas. Questa casetta è dotata di terrazzo privato e ogni genere di comfort inoltre potrete svegliarvi con il rumore del fiume in sottofondo ogni mattina ed esplorare la zona ricca di sentieri da fare sia in bicicletta che a piedi. Zona molto conosciuta per le numerose terme e wellness spa intorno a Bled, se alloggiate qui siate pronti ad una vacanza tra il relax e l’avventura. Il proprietario è sempre disponibile ad illustrarvi le attività da fare in zona  e la sera è usanza riunirsi con lui e la sua famiglia intorno al fuoco. Molto caratteristica.

Sito web

 

 

 

GLAMPING

  • Glamping Ribno, Bled, Slovenia – Se amate la natura ma anche la comodità, il glamping è quello che fa per voi. Dotate di ogni genere di comfort e anche di un indromassaggio sul patio, le casette del Glamping Ribno sono divenute molto famose negli ultimi anni. Queste graziose costruzioni in legno vantano portafinestre a vetri grandi per darvi una vista unica del parco che le circonda ricco di abeti rossi e blu, servizio in “camera” e se non fosse abbastanza la sauna avrete a disposizione anche un   idromassaggio privato che vi renderà l’esperienza unica e indimenticabile. Con un costo che varia dai 100 ai 150 euro  a notte pensate a questa soluzione se volete sorprendere il vostro compagno con qualcosa di speciale.

Sito web

  • Glamping Pipernik, Slovenia – Sempre localizzato vicino alla caratteristica cittadina di Bled, questo camping è dotato di diverse soluzioni abitative. Le casette sono una diversa dall’altra ma sempre dotate di WIFI, patio privato e totale relax. Potete scegliere tra la capanna a punta immersa nella neve con il letto matrimoniale soppalcato o la mini baita di montagna con barbecue e patio vista giardino. I prezzi si aggirano sui 120 euro a notte anche se d’estate si deve prenotare minimo per 2 notti. Bhe anche perché una passa troppo in fretta in questo paradiso.

Sito web

 

 

LUXURY CHALET

  • Sorgente di Laugiane – Direttamente sulle piste del Monte Zoncolan in Friuli Venezia Giulia, si trova questo Luxury Chalet in una posizione che invidiabile è dire poco. Situato a 1616 metri d’altezza il Laugiane è una struttura dotata di SPA, ristorante e camere con vista. Nella SPA potrete rilassarvi in totale riservatezza e scegliere tra sauna, bagno turco e docce solari. Il ristorante molto rinomato sceglie sempre materie di qualità e di stagione con un focus particolare su pesce, tartufo e selvaggina. La terrazza Tamai fa parte della struttura ed è perfetta per un aperitivo a pranzo fino all’apre-ski dopo aver sciato tutta la giornata. Un location unica.

www.laugiane.it

  • Albergo diffuso di Paluzza, Faas – Questo albergo diffuso è il perfetto connubio tra antico e moderno. Un vecchio edificio rinnovato alla perfezione e dotato di una vetrata panoramica sulla valle e le montagne. Grazie anche al suo arredamento d’autore ma tutto incentrato sul legno e materiali naturali, alloggiare in questa struttura vi riporterà la pace dei sensi e il desiderio di rimanere immersi nella natura. In località Faas, a 1300 metri di altitudine, alloggiando qui con soli 26 euro a notte avrete l’imbarazzo della scelta tra camminate, ferrate o sentieri per mountain bike. Anche i cani sono ammessi e la colazione può essere richiesta in camera.

www.Albergodiffusopaluzza.it

  • Borgo Eibn Mountain Lodge – Questo è molto di più di un luxury chalet, è proprio un resort immerso nel bellissimo paesino di Sauris a 1400 metri d’altitudine. Dotato di piscina, SPA, idromassaggio, camere con vista panoramica e un ristorante di livello che utilizza solo prodotti locali e di produzione propria, questa struttura è il sogno di ogni vacanziero. Un continuo connubio tra antico e moderno grazie alla riqualificazione della struttura in chiave moderna ma anche dei menu’ i dove i prodotto sono classici ma realizzati in stile moderno e mia banale. Alloggiare qui è una vera e propria esperienza a 360 gradi, verrete coccolati dallo staff, dallo chef con i suoi piatti ricercati e dalle acque della spa vista valle di Sauris. Avete un weekend libero? Cosa aspettate a prenotare!

www.borgoeibn.it/home

  • Romantic cottage in Carinzia  – Se per voi montagna significa fuga romantica  e siete alla ricerca del tipico chalet austriaco con gerani che scendono dal balcone in legno... bhe forse questo è il posto che fa per voi. Con 80 euro a notte potrete prenotare questo delizioso cottage circondato dal verde e poter visitare la  carinzia sentendovi un vero austriaco e magari iniziare a fare anche qualche camminata nella natura.

Sito web

  • Baita “Unterkircher Hütte” sopra Villach – Se volete addormentarvi ogni sera con un tramonto mozzafiato e far colazione con vista a 1900 metri d’altezza questa baita vi farà impazzire. Circondata da stupendi alberi di larice, prati alpini e dalla sola natura incontaminata il cottage di Teresa e Stefan è un piccolo angolo di paradiso raggiungibile in auto. Con 70 euro a notte avrete spazio per voi e anche per i vostri bambini, il fuoco acceso ogni sera, la fontana scavata nel tronco come nelle foto che si vedono nelle riviste e la possibilità di rilassarsi e godersi una vacanza che vi farà rallentare i ritmi e godersi gli affetti.

Sito web

  • Dolomiti village, Ravascletto – Al Dolomiti Village vicino Ravascletto e le sue piste da sci non ha solo casette sugli alberi ma anche tante belle baite da vivere con amici e famiglia. Curate nei minimi dettagli sono perfette per una vacanza sulla neve ma anche con punto di partenza per trekking e camminate in tutta l’area circostante.

https://www.dolomitivillage.it/it/

  • Hotel Il Cervo SPA & Wellness – Molto conosciuto nel Tarvisiano anche da Austriaci e Sloveni che superano il confine soprattutto per approfittare del suo ristorante, l’hotel 4 stelle “Il Cervo”  gode di una posizione invidiabile, una SPA con sauna, bagno turco, centro estetico e idromassaggio con cromoterapia. Qui oltre a rilassarvi in piscina e mangiare le specialità del luogo, potrete in base alla stagione sciare, giocare a golf, fare trekking, scalate e giri in bicicletta sulla bellissima ciclabile che arriva fino in Austria. Da aggiungere che questo hotel da particolare attenzione al mini club e alla felicità dei piccoli ospiti.  

www.hotelilcervo.com

 

 

 

LIKE IT? SHARE IT!

SE TI È PIACIUTO QUESTO POST CONDIVIDILO TRAMITE FACEBOOK E LASCIAMI UN COMMENTO QUI SOTTO!