TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!

This post is also available in: English

Una bellissima camminata con panorami mozzafiato partendo dalla casera Cason di Lanza ( Pontebba / Friuli Venezia Giulia )  percorrendo il sentiero del formaggio e la creta di Aip fino al Bivacco Lomasti.

 

Un trekking abbastanza semplice che vi permetterà di raggiungere il confine e dare un occhiata anche al comprensorio sciistico di  Nassfeld in veste estiva  e fare il giro delle malghe.

 

 

LA NOSTRA CAMMINATA

 

E’ domenica mattina, la giornata è incantevole. Arriviamo alla casera Cason di Lanza dove lasciamo la macchina e prendiamo un caffè sedendo in una delle panche all’esterno. Simone mangia anche una fetta di torta, ovviamente fatta in casa e nel frattempo diamo un occhiata alle mucche che scorrazzano nel recinto e alle varie compagnie che si apprestano a partire.

Diamo un occhio veloce alla cartina. Ci sono moltissimi sentieri che si possono prendere da qui. Sia facili e adatti a famiglie – come il sentiero del formaggio  che raggiunge in un oretta  la Grotta di Attila attraverso semplici sentieri ricchi di punti panoramici e tabelle esplicative -.

O sentieri più difficili come la traversata carnica, la ferrata Crete Rosse o la Ferrata austriaca “Joseph Uiberlacher”.

 

Il “sentiero del Formaggio” è stupendo, ve lo assicuro, vi piacerà ;D  (vedi foto QUI sotto o DAI UN OCCHIATA AL VIDEO DI QUESTO TREK CLICCANDO QUI ). E’ un sentiero battuto e semplice immerso in prati verdeggianti con un dislivello minimo ma con numerosi punti panoramici per scoprire facilmente le cime che ci circondano e potersi immergere ancora di più nella natura.

 

^^^ Io e Giorgino nei grandi prati verdi sopra Cason di Lanza, un vero spettacolo raggiungibile anche con bambini ^^^

^^^ Verso la creta di Aip. Io e Giorgino sempre insieme 😀 ^^^

 

SI PARTE!

Appena partiti Giorgino fa grandi corse a desta e a manca lanciandosi nelle pozze d’acqua che solitamente usano le mucche per abbeverarsi durante il cammino verso le altre malghe o i prati in cui pascolano. Ricordo di aver sperato che  la camminata fosse tutta cosi’ e, per una volta, le mie preghiere sono state ascoltate, questo giro è veramente easy (se siete dei camminatori, ovvio) .

Superata la grotta di Attila, un piccolo antro di pietra con un fiumicello che scorre nel mezzo e davanti una grande radura piena di erba e fiori, continuiamo fino a raggiungere il CAI 403  e fare un pezzo di “Traversata Carnica” e non vi dico che spettacolo di panorama.

 

OVVIAMENTE SE SIETE CON BAMBINI SEGUITE L’ANELLO DELLE MALGHE O RITORNATE INDIETRO DOPO LA  GROTTA DI ATTILA. 

 

Saliamo, saliamo e saliamo ancora ma mai con grande difficoltà fino a raggiungere il confine e fare una camminata in cresta della creta di Aip. A destra la nostra bellissima Italia con le sue malghe in lontananza. A sinistra la versione estiva del comprensorio sciistico di Nassfeld e i suoi impianti fermi. Un panorama pazzesco.

 

Non ci fermiamo e proseguiamo fino al bivacco Lomasti. Dalla creta vedevamo questo puntino rosso perdersi in questa radura erbosa ed un sentiero che si snodava a lui. Indossiamo le nostre giacche Meru antivento e finalmente si mangia. La vista dal bivacco è incredibile, la valle sottostante brilla e sulla nostra sinistra guardiamo le molte persone che arrivano dalla ferrata che hanno appena concluso.

Concludiamo il giro seguendo il sentiero dell’amicizia ( bellissimo ma abbastanza lungo e acquitrinoso quando siamo andati noi )  e più a valle finiamo l’anello delle malghe che porta nuovamente alla casera Cason di Lanza dove ci premiamo con un piatto di gnocchi fatto in casa e una birra radler da mezzo.. CIN CIN!

 

Se volete capire a grandi linee il giro fatto CLICCATE QUI 

 

^^^ Ecco Simone e Giorgino sulla creta di Aip e sulla sinistra potete vedere le piste in versione estiva di Nassfeld. ^^^

^^^ Dal bivacco Lomasti, Giorgino la vedetta ^^^

^^^ Ecco da dove si raggiunge il bivacco ^^^

^^^ Il bivacco Lomasti, le malghe nella vallata e Simone e Giorgino che corrono verso il pranzo  ^^^

^^^ Si mangia tra i fiori e una vista mozzafiato ^^^

^^^ Io che sgambetto in giro ^^^

^^^ L’interno del Bivacco Lomasti situato sulla sella d’Aip a quota 1920 m (Pontebba) ^^^

^^^ Food Coma per Giorgi ^^^

SEI ALLA RICERCA DI ALTRE CAMMINATE?

DAI UN OCCHIATA ALLA PAGINA “TREKKING IN FRIULI VENEZIA GIULIA” E TROVA QUELLE PIÙ ADATTE A TE!

 

^^^ La discesa (abbastanza lunga e acquitrinosa verso la valle  😀 ) ^^^

^^^ Il premio: gnocchi fatti in casa dalla casera Cason di Lanza con ricotta affumicata grattugiata sopra e una birra da mezzo. Yuppiee!! ^^^

 

INFO TECNICHE:

Partenza: Casera Cason di Lanza

Sentiero: Via del formaggio, CAI 403, discesa lungo il sentiero dell’amicizia.

Adatto a: Famiglie e bambini fino alla grotta di Attila ed eventuale anello delle malghe. Difficolta media per tutto il giro.

Tempo: 5 ore (con calma)

Km: 13

 

Avete domande, curiosità o vi è semplicemente piaciuto questo articolo?

LASCIATEMI UN COMMENTO QUI SOTTO O SU FACEBOOK

e seguite le mie pagine

@theitaliansmoothie (FB – Instagram – Youtube) 


 

Share this:

This post is also available in: English


Related Posts

Alla scoperta della riserva naturale della Val Alba | Moggio Udinese | Trekking a Cjasut dal Sciôr

Alla scoperta della riserva naturale della Val Alba | Moggio Udinese | Trekking a Cjasut dal Sciôr

This post is also available in: EnglishSOPRA MOGGIO UDINESE IN FRIULI VENEZIA GIULIA SI TROVA LA RISERVA NATURALE DELLA VAL ALBA, 3000 ETTARI DI BOSCO, SENTIERI, FIUMI E RESTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE TUTTI DA VISITARE. Qui troverai trekking facili  adatti a principianti o famiglie […]

TREKKING FACILE IN FRIULI: ANELLO DEL LAGO DI BORDAGLIA

TREKKING FACILE IN FRIULI: ANELLO DEL LAGO DI BORDAGLIA

This post is also available in: EnglishE’ il 3 settembre e le temperature sono calate improvvisante. Durante la notte sono scesi i primi fiocchi di neve e i monti più alti sono imbiancati. Una bellissima fortuna per la prima camminata di settembre. This post is […]



20 thoughts on “TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *