CAMMINATA FACILE SUL MONTE JOANAZ E PRANZO ALL’AGRITURISMO ZARO

This post is also available in: English

Trekking adatto a tutti sopra Faedis partendo dalla Madonnina del Domm e arrivando sulla cima del monte Joanaz.

Un panorama incantevole delle Prealpi Giulie  con vista singolare sul Monte Matajur ancora imbiancato di neve.

 

 

 

Il monte Joanaz è una cima molto conosciuta delle Prealpi Giulie. Ci sono varie camminate da fare in questa zona, sia verso Porzus e le sue malghe che vari anelli dai paesi sottostanti.

Io tendo a fare queste camminate in primavera o autunno quando il meteo non è dei migliori o la neve deve ancora sciogliersi. In questo caso abbiamo fatto l’anello partendo dalla Bocchetta di sant’Antonio raggiungendo la cima, poi discesa fino alla madonnina del Domm per poi chiudere l’anello seguendo la strada asfaltata che raggiunge nuovamente la Bocchetta di Sant’Antonio (che è praticamente un incrocio che si incontra salendo da Canebola dove si raggiunge una cappelletta e si parcheggia).

 

Pero’  preferisco consigliarvi direttamente la camminata che parte dalla Madonnina del Domm fino alla cima e rientro sullo stesso sentiero in quanto stanno lavorando e il tracciato per fare l’anello è mezzo distrutto in salita (molto brutto e scomodo).

 

LA NOSTRA GIORNATA

 

Un’altra domenica dalla sveglia rilassata. Stiamo per andare a fare una camminata vicino casa, non vale la pena fare levatacce. Il thermos di the caldo è pronto, biscotti e barrette al muesli sono nello zaino e gli scarponi li abbiamo caricati.

Giorgino è più eccitato che mai, ogni volta che vede caricare scarponi e zaini sa che si va a camminare e che lui si divertirà un sacco.

Troviamo uno di quei bar con ancora il bancone in lamiera, chissà quanti anni ha questo locale. Beviamo un caffè e saliamo verso Canebola e su ancora fino alla Madonnina del Domm a 960 metri. Già da qui la vista è splendida. 

 

Quest’anno ha nevicato ovunque. Anche qui. L’erba è ancora gialla ma qua e là centinaia di Crocus in fiore ci accompagnano durante la salita. Il contrasto è spettacolare. Arrivare in cima non è difficile. Si superano un due boschetti e varie colline dalla pendenza dolce e un incredibile panorama alla nostra destra.

 

Più si sale più si può ammirare il bellissimo Monte Matajur ancora coperto di neve. Mi ricorda un po il Fuji. 

Arriviamo al punto più alto, 1167 metri,  dove ci sono altre persone a godersi lo spettacolo. Tiriamo fuori la nostra colazione ( e i würstel per Giorgino) e ci rilassiamo studiando i monti che ci circondano.

Anche la discesa è un piacere. Si cammina perdendo lo sguardo a 360 gradi. Nelle giornate più limpide dicono che si può vedere il mare. Noi non siamo stati cosi’ fortunati ma scrutiamo la pianura per chilometri e chilometri.

 

E ora? Si va a pranzo?

 

PRANZO ALL’AGRITURISMO ZARO | PIAN DELLE FARCADIZZE, FAEDIS

 

A neanche 15 minuti da dove abbiamo lasciato l’auto, in una bellissima vallata sorge l’agriturismo Zaro totalmente immerso nella natura e perfetto per una sosta veloce o un pranzo tipico Friulano.

Si può scegliere di sedersi nei tavolini di legno all’esterno mentre i bimbi si divertono nel parco giochi oppure sedersi tranquillante dentro circondati da legno scuro e tovaglie bianche.

Le specialità della casa sono i taglieri di affettati, la pasta fatta in casa, il cervo allevato in loco e il frico.

 

Noi non abbiamo resistito a bere anche un due birrette all’ombra mangiando un frico mentre Giorgino dormiva sotto al tavolo. Il servizio è curato e l’ambiente è accogliente. Veramente un bel locale adatto a tutti. 

 

Se volete mangiare è meglio prenotare o almeno telefonare per non fare un viaggio per niente e controllare gli orari di apertura QUI. 

 

 

INFO TECNICHE

Sentiero per l’anello del monte Joanaz partendo dalla Bocchetta di Sant’Antonio : CAI 765

Durata: 3 ore

Difficoltà: medio

Chilometri totali anello: 8,5 chilometri

 

 

Sentiero partendo dalla Madonnina del Domm fino alla cima: T1

Durata: 2 ore

Difficoltà: facile

Chilometri totali anello: 4,2 chilometri

 

Tracciato GPS: https://www.gpsies.com/map.do?fileId=svlwkazfjltwrfiy

Sicurezza: non ci sono zone troppo esposte. Camminata adatta a famiglie con bambini e cani.

Info assicurazione sportivahttps://www.intermundial.it/assicurazioni-sportive/assicurazione-totalsports.

SIETE ALLA RICERCA DI UN ALTRA CAMMINATA FACILE?

TREKKING NELLA VALLE DI PLANICA FINO AL RIFUGIO TAMAR 

Share this:

This post is also available in: English


Related Posts

Alla scoperta della riserva naturale della Val Alba | Moggio Udinese | Trekking a Cjasut dal Sciôr

Alla scoperta della riserva naturale della Val Alba | Moggio Udinese | Trekking a Cjasut dal Sciôr

This post is also available in: EnglishSOPRA MOGGIO UDINESE IN FRIULI VENEZIA GIULIA SI TROVA LA RISERVA NATURALE DELLA VAL ALBA, 3000 ETTARI DI BOSCO, SENTIERI, FIUMI E RESTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE TUTTI DA VISITARE. Qui troverai trekking facili  adatti a principianti o famiglie […]

TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!

TREKKING FINO AL BIVACCO LOMASTI DA CASON DI LANZA | E al ritorno.. un piatto di gnocchi in casera!

This post is also available in: EnglishUna bellissima camminata con panorami mozzafiato partendo dalla casera Cason di Lanza ( Pontebba / Friuli Venezia Giulia )  percorrendo il sentiero del formaggio e la creta di Aip fino al Bivacco Lomasti.   Un trekking abbastanza semplice che […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *